12 ottobre, 2012

recensione MISS SWEETY - VALERIE SAUBADE


Miss Sweety è il nome di una rubrica che tratta la posta del cuore su una rivista femminile. Samantha è subentrata all'anziana signora che se ne occupava anche se, per i suoi lettori, Miss Sweety è una bonaria sessantenne in grado di dispensare consigli sui vari problemi di donne e ragazzine che le scrivono.
Samantha, invece, è una trentaseienne laureata in psicologia, single e molto timida che ha difficoltà con gli uomini e a relazionarsi con gli altri, anche a causa della sua avversione per alcuni mezzi di trasporto legata a traumi infantili.
Sam vive con la sua ferrea nonna Agatha e la svampita prozia Margaret più un affituatario nel palazzetto della nonna e con loro, nel bene e nel male, divide la quotidianità, le gioie e i dolori.
Tra presente e passato scopriremo chi sono le protagoniste di questo romanzo, le loro storie e come si sono ritrovate ad essere quelle che sono.
Un giorno, assieme alla posta del giornale, Sam riceve una lettera anonima che le dice che pagherà per aver consigliato ad una moglie delusa di lasciare il marito, dapprima non gli da peso ma le lettere continueranno ad arrivare creandole una certa apprensione.
Chi si nasconde dietro quello che oggi potremmo definire stalker? Samantha è seriamente in pericolo? Lascio a voi scoprirlo.
Si tratta, quindi,  di un rosa con tratti noir che spinge il lettore a voler arrivare presto alla fine per scoprire il mistero delle lettere anonime.
Colpi di scena ci sono fino alla fine, le apparenze spesso ingannano e i rapporti veri si vedono solo al bisogno. Un romanzo scorrevole ed adatto a tutte le età che vede le donne protagoniste, con i loro problemi e le loro storie, nel presente e nel passato, sia giovani che meno giovani tra amori, amicizie, lavoro e famiglia.

1 commento:

micia ha detto...

Mi è piaciuto già dalla cover.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...