06 aprile, 2013

IL SEGGIO VACANTE di J. K. Rowling










editore: Salani 
pagine: 550 
prezzo: 22€



Descrizione:
A chi la visitasse per la prima volta, Pagford apparirebbe come un'idilliaca cittadina inglese. Un gioiello incastonato tra verdi colline, con un'antica abbazia, una piazza lastricata di ciottoli, case eleganti e prati ordinatamente falciati. Ma sotto lo smalto perfetto di questo villaggio di provincia si nascondono ipocrisia, rancori e tradimenti. Tutti a Pagford, dietro le tende ben tirate delle loro case, sembrano aver intrapreso una guerra personale e universale: figli contro genitori, mogli contro mariti, benestanti contro emarginati. La morte di Barry Fairbrother, il consigliere più amato e odiato della città, porta alla luce il vero cuore di Pagford e dei suoi abitanti: la lotta per il suo posto all'interno dell'amministrazione locale è un terremoto che sbriciola le fondamenta, che rimescola divisioni e alleanze. Eppure, dalla crisi totale, dalla distruzione di certezze e valori, ecco emergere una verità spiazzante, ironica, purificatrice: che la vita è imprevedibile e spietata, e affrontarla con coraggio è l'unico modo per non farsi travolgere, oltre che dalle sue tragedie, anche dal ridicolo. J.K. Rowling firma un romanzo sulla società contemporanea, una commedia sulla nozione di impegno e responsabilità. In questo libro di conflitti generazionali e riscatti le trame si intrecciano e i personaggi rimangono impressi come un marchio a fuoco. Pagford, con tutte le sue contraddizioni e le sue bassezze, è una realtà così vicina da non lasciare indifferenti. 

Piccolo parere:
Libro che non vedevo l'ora di leggere. Dopo essermi letteralmente innamorata della saga di Harry Potter, questo libro non potevo perdermelo e a Natale l'ho trovato sotto l'albero. 
Risultato? Che delusione!
Lento, noioso e troppi, davvero troppi personaggi. Arrivati alla fine della prima parte non ci si ricorda più "chi è questo e chi è quello". 
Non mi aspettavo di leggere niente di simile a Harry Potter, la Rowling ha voluto voltare pagina scrivendo un libro per "adulti" e totalmente diverso dalla saga che l'ha resa tanto famosa e in questo, ci è riuscita benissimo. Sesso, parolacce a raffica, droga... non manca niente. Non si riesce nemmeno ad amare nessun personaggio, tutti troppo tristi e odiosi e il finale ti lascia ancora più deluso.
Mi dispiace doverlo dire, ma questo libro non mi è proprio piaciuto, a me l'hanno regalato, ma non vale i soldi spesi. Spero che la Rowling ritorni a scrivere libri per ragazzi e al genere che l'ha resa famosa.
 

3 commenti:

MAGU ha detto...

Era quello che mi aspettavo! L'autrice di Potter non poteva rispondere alle aspettative dei lettori con qualcosa di diverso...probabilmente non è il suo genere questo...le andrà bene se le vendite ci saranno comunque in ragione del fatto che tutti si aspettano chissà che cosa, visti i precedenti. peccato! Provaci ancora Rowling! Magu.

Cassandra Shepherd ha detto...

Ciao
scusa, so che questo commento sul tuo post non c'entra niente ma ti volevo premiare con il Liebster Blog Award... per saperne di più guarda sul mio blog
Cipollina - Shadow World

Hutchers91 ha detto...

Ancora non ho avuto l'occasione di leggere questo libro, ma da fan della Rowling devo assolutamente rimediare! Solo che sinceramente, la trama non mi attira più di tanto e abituarsi a qualcosa che non sia Harry Potter, sarà molto dura!
Comunque, sono una nuova follower del vostro blog, se vi va di fare un salto nel mio, vi aspetto qui http://www.bauledinchiostro.blogspot.it/ :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...